Scritto da romamigliore

Stazione di Roma Magliana

Il racconto della stazione di Magliana, che frequento quotidianamente, è quello di una stazione in perenne cantiere. Ricordo che si tratta della linea ferroviaria Fr1 Fiumicino – Orte con cadenza prevista ogni 15 minuti.

Scivoli per disabili:

Penso sia giusto, iniziare a raccontare la storia dei disagi di questa stazione, parlando di ciò che più impatta visivamente l’occhio. Sto parlando dei lavori per la realizzazione delle rampe di accesso ai binari per un accesso facilitato e possibile a tutti.

I lavori sono iniziati a Maggio 2011 e ad oggi ancora non sono stati ultimati. Il ritmo dei lavori è bassissimo e delle volte, si vede lavorare solo un operaio. Il disagio di noi pendolari, è quello di non poter avere una banchina intera disponibile nell’attesa del treno e doversi ammassare nelle giornate di pioggia, nell’unico riparo/tettoia disponibile.

La speranza, è quella di avere al termine dei lavori, un’opera funzionale al servizio di tutti e non un’altra struttura al servizio dei vandali.

Pannelli orario ed altoparlanti:

Un’altra nota dolente sono le segnalazioni dei ritardi o le soppressioni dei treni. Purtroppo usare i mezzi pubblici non è una scelta facile, in particolar modo in periferia, chi lo fa, lo fa a suo rischio e pericolo, perchè i ritardi che deve subire, sono spesso lunghe attese, senza sapere il perchè, ma quello che più conta è senza sapere quanto dovrà aspettare l’arrivo del primo treno.

Dopo ripetute e continue segnalazioni ad ogni malfunzionamento del sistema, le ferrovie hanno ammesso di avere dei problemi con i pannelli in essere, ma che entro breve tempo era prevista la loro sostituzione. In occasione dei lavori per la realizzazione degli scivoli, si è provveduto alla sostituzione con l’ultimo modello che indica anche le fermate di tutta la tratta ferroviaria. Un apparato moderno, ma che soffre delle stesse problematiche di quello precedente. La foto testimonia il malfunzionamento del segnalatore del binario 2.

Le segnalazioni acustiche, sono anch’esse limitate e molte volte del tutto assenti. A causa dei lavori, poi, è udibile un solo altoparlante, che serve solo la testa della banchina del binario 1; tutti gli utenti e sono la gran parte, distribuiti per tutta la sua lunghezza non riescono ad udire nulla.

Sicurezza:

Questo non è un lato trascurabile rispetto al servizio che le ferrovie offrono. L’illuminazione è scarsa, il posto non è frequentato bene, per via del continuo traffico di nomadi verso il centro di raccolta del ferro, che si trovo confinante alla banchina del binario 2. Quante volte si è visto attraversare i binari, losche figure con valige, probabilmente rubate piene di chissà quali materiali e dirigersi verso il centro di raccolta. Voglio citare anche i numerosi atti vandalici, con la rottura dei vetri delle macchine parcheggiate proprio nel breve tragitto che porta dalla banchina al centro metalli. Non vi sono attività nei pressi, fatta eccezione di un bar e di una nuova attività di officina, aperta da pochissimo tempo e le scarse abitazioni presenti in loco, offrono una scarsa sicurezza.

In occazione dei lavori, sarebbe auspicabile attrezzare ad area di sosta una parte della zona prospicente il binario 2, una vota probabilmente era attrezzata a piccolo scalo; essendo abbandonata ed inutilizzata da tempo, potrebbe ospitare un gran numero di macchine, liberando la parte di via della Magliana prospicente la stazione, dalle numerose macchine parcheggiate ai lati dalla strada ed offrendo un miglior servizio.

tabellone-non-funzionante   sottopasso lavori-scivolo-disabili-bin-2   lavori-scivolo-disabili-bin-1 creazione-sciovolo-disabili-lato-bin-1   apertura-scivolo-disabili-lato-bin-2 accesso-dal-sottopasso-al-binario-1-parzialmente-chiuso-dai-lavori

 

Intolleranza e marginalià:

Non c’è dubbio che la stazione ferroviaria della Magliana, raccolga e sia un pò il sunto dei problemi, dei disagi, e delle problematiche sociali che il quartiere del Trullo e della Magliana, si trovano ad affrontare.  L’alta concentrazione di persone, che provengono da paesi esteri e non ben integrate nel tessuto sociale, sono una delle problematiche che emergono e trovano affioramento da chi protesta sui muri della stazione.

E’ evidente la forma di disagio che il quartiere prova e dovrebbero essere le istituzione a carpirne i segnali, prima che essi sfocino in atti di pura violenza come è già avvenuto altre volte. Non serve a nulla presidiare i centri sociali, ma occorre essere presenti e vigilare su comportamenti disonesti, sull’illegalità, troppo diffusa ed evidente, su tutte quelle forme che incendiano i rapporti umani e poi sfociano in atti deprecabili che tutti condanniamo.

Oltre le scritte, come già detto, bisogna condannare gli atti che ogni giorno i nostri occhi vedono. Semplici controlli sarebbero senz’altro utili a fugare situazioni sospette e dare fiducia nella popolazione. Non penso che sia del tutto normale che una decina di nomadi scendano dall’autobus, (128) tutti con carrelli o valige piene e pesanti, contenenti non si sa bene cosa ed attraversino i binari davanti la stazione per recarsi al prospicente centro di raccolta di rottami ferrosi. Occorrono più mezzi, più risorse meglio distribuite sul territorio per ridare fiducia ai cittadini, non vogliamo più leggere sui giornali il resoconto di ulteriori forme di violenza o di intolleranza.

 

segnali-intolleranza   segnali-disagi attraversamento-binari segnali-difficolta

 

In conclusione:

Le necessità di questa stazione non sono molte, ascoltandole e mettendole in pratica si renderebbe un servizio migliore alle numerose persone che la frequentano a chi paga il biglietto od un abbonamento mensile ed ai tanti che dando fiducia hanno acquistato un abbonamento annuale.

P.S. Ad oggi 13.03.2012 le segnalazioni ai viaggiatori sono tornate pienamente efficenti

P.S. II° ad oggi 14.03.2012 il cantiere per lo scivolo disabili risulta praticamente abbandonato nessuna persona che vi lavora e cantiere chiuso.

 

  • Ricerca

    o
  • Clock

    Get Adobe Flash player
  • Contatore

    24382 Visitatori

  • Slideshow

    Procurati il Flash Player per vedere la presentazione.
  •  

    Luglio: 2017
    L M M G V S D
    « Mag   »
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31